STORIA DELLA NASCITA

(LO STATUTO E' IN FASE DI APPROVAZIONE DA PARTE DELLE AUTORITA' ECCLESIASTICHE)

 

Nella Città del Vaticano

Papa Francesco, dopo pochi mesi dalla sua elezione, scrisse la sua prima esortazione apostolica intitolandola “Evangelii Gaudium”; il testo, pubblicato il 26 novembre 2013, sviluppa il tema dell’annuncio del Vangelo nel mondo contemporaneo.

In Italia, ad Angri (SA)

Era consuetudine che il parroco precedente a quello attuale, don Franco Alfano divenuto Vescovo della diocesi Sorrento-Castellammare, venisse a presiedere la Celebrazione Eucaristica in una domenica di Avvento per salutare la parrocchia di origine nella Chiesa Madonna delle Grazie in Angri (SA). In quella occasione il Vescovo, ricevette l’invito dal Parroco attuale don Domenico D’Ambrosi, per tenere una relazione di sintesi sull’esortazione apostolica Evangelii Gaudium di Papa Francesco.

Io mi trovavo con mia moglie Angela in chiesa e accolsi l’invito a partecipare, anche perché nel mio cuore c’era stato da sempre il desiderio di evangelizzare. Così nel febbraio del 2014 si è tenuto l’incontro da me tanto atteso. Quel giorno mi sono recato puntuale ai primi banchi della Chiesa per non perdere neanche una virgola. Mentre ascoltavo la relazione il mio cuore si infiammava come un pezzo di legno nel camino e senza consumarsi. Da quella sera si è acceso in me l'ardente desiderio di far conoscere a tutti la straordinaria ricchezza “evangelizzante” di questo scritto del magistero di Papa Francesco.
Nel marzo 2014, mese successivo alla conferenza, ho realizzato e pubblicato il sito internet www.evangeliigaudium.it con le relative pagine social collegate: Facebook, Twitter, Instagram, Youtube.

Dopo breve tempo ho avuto la possibilità di incontrare il vescovo della diocesi di Sorrento-Castellammare mons Franco Alfano. Finalmente potevo raccontargli e condividere quello che il Signore Gesù aveva compiuto nella mia vita grazie all’ascolto della sua relazione. Ho voluto ringraziarlo per la fiamma che aveva acceso nel mio cuore e comunicargli il cammino che si stava aprendo all’orizzonte; era un disegno ben preciso, voluto da Dio Padre, che non potevo tenere solo per me, o per pochi amici, ma dovevo annunciare a tutti attraverso la gioia del Vangelo.

La pagina Facebook, che ad oggi conta circa 16.000 iscritti, cerca di offrire agli utenti, in una versione grafica moderna, la lettura quotidiana dell’esortazione apostolica, la lettura del Vangelo del giorno, i Tweet del Papa, le Udienze Pontificie, gli Angelus del Santo Padre e le attività di promozione della Rete mondiale di preghiera del Papa (Click to pray, Cammino del Cuore, Intenzione mensile di preghiera).

Ho messo a frutto nient’altro che il dono e la passione che il Signore ha suscitato nel mio cuore, grazie alla preghiera coniugale e familiare che ci rafforza nell’amore verso Gesù e nella gioia del Vangelo che diffondiamo nel mondo.

Nel mese di gennaio 2019 ho avuto la gioia di conoscere Raffaele Di Francisca, e sua moglie Nadia. Già da circa cinque anni anche loro erano impegnati nella diffusione dell’Evangelii Gaudium attraverso le attività ecclesiali che realizzavano nella diocesi di Milano.

Lo Spirito Santo ha fatto nascere in noi, me e Raffaele, il desiderio di realizzare l’associazione che ha il fine pubblico di diffondere nella Chiesa e vivere nella società l’esortazione apostolica di Papa Francesco sul tema della nuova evangelizzazione.

Martedì 27 agosto 2019 abbiamo formalizzato l’associazione di promozione sociale tramite l’agenzia delle entrate di Pagani (SA) e aspiriamo ad iniziare il processo di approvazione ecclesiale come associazione pubblica di fedeli presso l’Ordinario del luogo o un Vescovo che vuole promuovere questo scritto del magistero di Papa Francesco.

Io non ero capace neanche di spostare un dito se Dio non avesse provveduto a tutto. È Lui, il Signore, che ha suscitato questa piccola perla da poter inserire nella sua grande opera di evangelizzazione mediatica e sociale per il bene dell’umanità.

Maria Stella della nuova evangelizzazione prega per noi e per il mondo intero!

Angri (SA), 28/08/2019

Gabriele Cavallaro
Presidente
Evangelii Gaudium – la gioia del vangelo

I - NATURA E FINE

Art. 1 - Costituzione

§ 1. È costituita l’Associazione pubblica di fedeli “Evangelii Gaudium – la gioia del vangelo” che, opera nella Chiesa per risvegliare l’ardore apostolico dei discepoli di Cristo.
§ 2. L’Associazione ha sede in Angri (SA), Cap. 84012, via Papa Giovanni XXIII, 17.

Art. 2 - Finalità

L’Associazione persegue le seguenti finalità:

a) conoscere, diffondere e vivere il testo dell’esortazione apostolica Evangelii gaudium di Papa Francesco sull’annuncio del Vangelo nel mondo attuale (EG 1);
b) invitare ogni cristiano, in qualsiasi luogo e situazione si trovi, a rinnovare il proprio incontro personale con Gesù Cristo o, almeno, a prendere la decisione di lasciarsi incontrare da Lui (EG 3);
c) accompagnare gli uomini e le donne del tempo presente all’esperienza della grazia di Dio che illumina, benedice, vivifica, solleva, guarisce e libera (EG 273);
d) collaborare con la Rete mondiale di preghiera del Papa (Apostolato della Preghiera che include il MEG – movimento eucaristico giovanile) nelle attività di promozione del magistero pontificio;
e) incontrare gli aderenti delle altre religioni per diffondere la cultura dell’incontro.

Art. 3 - Attività

L’Associazione svolge tutte le attività necessarie al raggiungimento delle finalità espresse dall’Art. 2.
A tale scopo:

a) promuove seminari di studio, convegni, conferenze e incontri di formazione mirati a conoscere, diffondere e vivere il contenuto dell’esortazione apostolica Evangelii gaudium di Papa Francesco;
b) organizza convocazioni, assemblee, adunanze e manifestazioni pubbliche per invitare ogni cristiano, in qualsiasi luogo e situazione si trovi, a rinnovare il proprio incontro personale con Gesù Cristo;
c) anima incontri di preghiera e di evangelizzazione in case, chiese, oratori, ospedali, case di riposo, carceri, scuole, piazze e locali pubblici e privati;
d) sostiene l’attività di preghiera per i bisogni dell’umanità attraverso la collaborazione con la Rete mondiale di preghiera del Papa (AdP e MEG) nei vari progetti di evangelizzazione che l’opera pontificia persegue;
e) coinvolge gli aderenti delle altre religioni in eventi di carattere sociale per la difesa dei diritti umani, la protezione della natura e la pace tra i popoli.

II – APPARTENENZA

Art. 4 - Adesione

§ 1. Aderiscono all’Associazione i singoli fedeli laici che dichiarano di voler operare attivamente nell’Associazione. Questa dichiarazione deve avvenire attraverso la compilazione consapevole dell’apposito modulo di adesione che dovrà essere inviato via email all’indirizzo: adesioni@evangeliigaudium.it.

Il Presidente, per delega del Consiglio Direttivo, prenderà in esame le richieste di adesione e risponderà agli aspiranti membri dell’Associazione nell’arco di 15 giorni indicandone le modalità di partecipazione.

§ 2. Alle stesse condizioni di cui al precedente paragrafo, con il consenso dei loro superiori possono essere membri dell’Associazione:

- i sacerdoti e i diaconi;
- i religiosi e le religiose
- i consacrati e le consacrate.
§ 3. L’adesione deve essere annualmente verificata da parte del Consiglio Direttivo attraverso un attestazione scritta delle attività svolte in seno all’Associazione.

Art. 5

§ 1. Gli aderenti possono abbandonare liberamente l’Associazione.

§ 2. In caso di comprovata irregolarità, gli aderenti possono essere dissociati.

§ 3. Contro il provvedimento di dissociazione è possibile esporre il ricorso durante
l’assemblea annuale degli associati.

Art. 6 - Realtà locali

§ 1. L’Associazione si articola localmente in Equipe unite tra loro a livello diocesano, regionale, nazionale e internazionale.

§ 2. L’Equipe è formata dagli aderenti che si incontrano periodicamente per pregare, formarsi ed evangelizzare.

§ 3. Ogni Equipe è coordinata da un Responsabile e da uno o più vice Responsabili.

 

III ORGANI

Art. 7 - Il Consiglio Direttivo

§ 1. Il Consiglio Direttivo è l’Organo esecutivo e gestionale dell’Associazione ed è eletto dall’Assemblea ogni 5 anni. Esso è composto da un minimo di 4 a un massimo di 7 membri, ivi compreso il Presidente che ne è membro di diritto insieme ai soci fondatori. I membri del Consiglio sono rieleggibili e tutti gli incarichi si intendono a titolo gratuito. Il Consiglio Direttivo può essere revocato dall’Assemblea dei soci; esso rimarrà in carica comunque fino all’elezione del nuovo. In caso di dimissioni di un componente del Consiglio Direttivo, viene cooptato il primo dei non eletti.

§ 2. All’interno del Consiglio Direttivo saranno nominati uno o più vice Presidenti, un Direttore, un Segretario e un Tesoriere. Al Presidente, che ha la rappresentanza legale dell’Associazione, potranno essere delegati parte dei poteri spettanti al Consiglio Direttivo.

Art. 8 - Il Presidente

§ 1. Il Presidente ha la firma e la rappresentanza legale e giudiziale dell’Associazione. È eletto dall’Assemblea dei soci, insieme ai membri del Consiglio Direttivo, ogni 5 anni. Egli presiede l’Assemblea e il Consiglio Direttivo e ne provvede alla convocazione, vigila sull’esecuzione delle delibere dell’Assemblea e del Consiglio Direttivo e, nei casi di urgenza, può esercitare i poteri del Consiglio Direttivo salvo ratifica da parte di quest’ultimo alla prima riunione utile.

Art. 9 - Il vice Presidente

§ 1. Il vice Presidente coadiuva o sostituisce il Presidente in caso di assenza o impedimento.

Art. 10 - Il Direttore

§ 1. Il Direttore è l’assistente spirituale in seno all’Associazione e viene scelto tra i ministri ordinati aderenti all’Associazione (preferibilmente un presbitero), dopo aver sentito il parere dell’Ordinario del luogo della diocesi di provenienza.

§ 2. Il compito del Direttore consiste nel:

a) vigilare sull’ortodossia della fede cattolica;
b) assicurare la cura pastorale degli aderenti;
c) coadiuvare il Presidente nei rapporti con la gerarchia.

Art. 11 - Il Segretario

§ 1. Il Segretario redige i verbali delle riunioni degli organi sociali e ne cura la tenuta dei relativi libri e registri.

Art. 12 - Il Tesoriere

§ 1. Il Tesoriere presiede alla gestione amministrativa e contabile dell’Associazione redigendone le scritture contabili e provvedendo al corretto svolgimento degli adempimenti fiscali e contributivi.

 

IV RAPPORTI CON LA GERARCHIA

Art. 13

§ 1. L’Associazione Evangelii gaudium – la gioia del vangelo, in quanto associazione pubblica di fedeli, assume in prima istanza le direttive pastorali del vescovo di Roma e se ne fa portavoce presso le Conferenze episcopali nazionali e regionali.

§ 2. Gli aderenti collaborano con la pastorale diocesana in obbedienza all’Ordinario del luogo nel raggiungimento delle finalità dell’Associazione stessa.

§ 3. Il Direttore Nazionale, Direttore Regionale, Direttore Diocesano, Direttore di Equipe insieme al Presidente Nazionale, Coordinatore Regionale, Coordinatore Diocesano e al Responsabile di equipe sono i portavoce e i rappresentanti dell’Associazione presso la Chiesa e lo Stato in ordine ai livelli di riferimento, come all’Art.10 di codesto Statuto.

 

V MEZZI DI SOSTENTAMENTO

Art. 14

§ 1. Le attività dell’Associazione sono sostenute attraverso il concorso di offerte libere degli aderenti, di quote sociali e di contributi di qualsiasi natura che costituiscono i patrimonio dell’Associazione amministrato dal Consiglio Direttivo.

§ 2. Il Consiglio Direttivo predispone ogni anno il bilancio previsionale entro il 31 agosto e il rendiconto economico e finanziario dell’Associazione.

§ 3. L’Associazione non può distribuire, anche in modo indiretto, utili o avanzi di gestione, comunque denominati, nonché fondi, riserve o capitale durante la vita dell’associazione stessa, a meno che la destinazione o la distribuzione non siano imposte per legge.

 

VI DISPOSIZIONI FINALI E TRANSITORIE

Art. 15 - Scioglimento dell’Associazione

§ 1. Lo scioglimento dell’Associazione è deliberato dall’Assemblea straordinaria dei soci su proposta del Consiglio Direttivo, la quale nominerà anche i liquidatori. Il patrimonio residuo sarà devoluto ad altre associazioni di promozione sociale con finalità analoghe o a fini di pubblica utilità.

Art. 16 - Modifiche dello Statuto

§ 1. Per modificare l’atto costitutivo e lo statuto, l’Assemblea Straordinaria è validamente costituita con la presenza di almeno tre quarti degli associati e delibera con la maggioranza del 50% più uno dei presenti. Suddette modifiche entrano in vigore solo dopo l’approvazione da parte dell’Organo ecclesiale che ha approvato l’Associazione.

Art. 17 - Norma finale

§ 1. Per eventuali dubbi interpretativi e per quanto non esplicitamente espresso nel presente Statuto, si farà riferimento alle norme del Codice di diritto canonico e al Dicastero per i laici, la famiglia e la vita e, in quanto compatibili, alle disposizioni del codice civile in materia di associazioni pubbliche di fedeli laici.



 
 

 


 

 
Associazione Evangelii Gaudium - la gioia del Vangelo 2013 © - web design inspiration Rag. Gabriele Cavallaro
 
 

Contatore per siti